14.05.2020

LE ESTATI ALLA SUERTE

In questo periodo di chiusura, nel quale ci si prospetta un'estate alquanto triste perlomeno dal punto di vista danzereccio, ripenso con ancor più nostalgia ai momenti sfolgoranti trascorsi negli anni passati...

Per la lettura vi consiglio un sottofondo di "Jake la Furia ft Brancar - 6 Del Mattino" che pur essendo un brano di diverso genere ed epoca rende bene l'atmosfera di quelle nottate...

Un bellissimo ricordo della mia vita "musicale" sono le estati trascorse fra il 2012 ed il 2017 alla discoteca La Suerte di Laigueglia (SV). In quelle estati, una sera a settimana, c'era la serata "We love the 90's" con i Datura e numerosi ospiti che hanno fatto la storia della musica dance degli anni '90 e 2000. In quel periodo sono stato un cliente fisso del locale presenziando a pressoché tutte quelle serate!

In quel periodo solitamente finivo di lavorare verso le 22, un orario perfetto per presenziare alla serata! Giusto il tempo di una doccia, un cambio d'abito ed ero in autostrada direzione La Suerte! Uscito al casello di Andora era d'obbligo una sosta cena al volo nel Luna Park, eventualmente accompagnata da gara al punching ball parlante! In anni successivi, lavoro permettendo, non posso dimenticare alcune cene dai Matetti di Alassio in compagnia di Stefano dei Datura con il quale s'è sviluppato un particolare feeling gastronomico...

Giunto a Laigueglia e posteggiato il mezzo lungo il tratto di strada a picco sul mare compreso fra le gallerie artificiali e la Suerte potevo già percepire la cassa proveniente dal locale; colmo di adrenalina mi presentavo quindi all'ingresso in attesa di discendere la scalinata che porta alle piste da ballo. La Suerte è infatti costituita da una serie di terrazze più o meno coperte, a vari livelli,  collegate da scalinate che dal livello della SS Aurelia discendono fino al mare fra una rigogliosa vegetazione, un locale da sogno!

Nel corso degli anni, come cliente affezionato, ho goduto di particolari riguardi all'ingresso evitando il più delle volte l'attesa in coda e, tante volte, ricevendo l'ingresso in omaggio. Per questo sono fortemente riconoscente alla Suerte, ormai forse l'unico locale (almeno fra quelli che conosco) che ha tali riguardi per i clienti affezionati; forse sarò antiquato ma ritengo tale pratica molto elegante e signorile.

Ma veniamo alla serata... è giunta l'ora di entrare, discendo la prima lunga scalinata che porta al piano piscina, è qui che i primi anni si svolsero le serate We love the 90's. Qui, la prima volta che partecipai, si esibivano i Datura assieme a Corona, un vero simbolo degli anni '90!

Eccola esibirsi sul ponticello a cavallo della piscina:

Ed ecco Stefano dei Datura in consolle...

Clicca QUI per un filmatino della sala agitata da un medley fra "Bla Bla Bla" di Gigi D'Agostino e "Superman" di Roberto Molinaro proposto da Stefano dei Datura

Eccomi in compagnia di Corona e di Stefano dei Datura...

Nel corso delle varie estati ho avuto modo di ascoltare e, tante volte, incontrare alcuni fra i più celebri autori di musica dance degli anni '90 e '00; oltre ai Datura sempre presenti e a Corona ricordo Gigi D'Agostino, Prezioso, Paps'n'Skar, Molella, Fargetta, Nathalie dei Soundlovers, Gabry Ponte, Jeffrey Jay degli Eiffel65...

Per ognuno di questi artisti avrei qualcosa da raccontare... ma se devo ricordare le serate più clamorose o particolari la pole position spetta sicuramente alla partecipazione di Gigi D'Agostino nel 2013, comparso nell'oscurità sulla "prua", una sorta di consolle sopraelevata sopra una delle piste da ballo, sotto di lui delle grosse casse aggiuntive per soddisfare le sue esigenze, ha iniziato la sua esibizione con un lento violento poderoso [VIDEO] per poi toccare il sirtaki [VIDEO] e poi "Il Gladiatore" [VIDEO], quest'ultimo davvero emozionante con i potenti bassi nel petto e lo sguardo libero di spaziare sull'orizzonte scuro del mare... Al termine della sua esibizione ripassò il testimone ai Datura con "Summer of Energy", brano realizzato appunto dai Datura assieme a Gigi D'Agostino nel 2004 e particolarmente emozionante nella versione "Gigi D'Agostino Viaggio Mix" proposta in tale occasione [VIDEO]... veramente da pelle d'oca!

Un'altra esibizione che mi sorprese particolarmente fu quella di Fargetta, provenendo dal team di radio DeeJay immaginavo un set molto commerciale, invece Get Far mi stupì arrivando a proporre persino "Hyper Hyper" di Scooter (uno dei brani della mia infanzia...) [VIDEO]. Del resto anche Prezioso, sempre della stessa scuderia, non fu da meno con un set nervoso stile bresaola... ma in quella occasione eravamo troppo impegnati a ballare e ad armeggiare con delle bottiglie di champagne (i presenti ricorderanno chi le pagò e chi poi le gestì... ;-D ) per fare dei video!

Difatti, se tante volte andai in solitaria, altrettante fui in compagnia di grandi amici fra cui l'affermativo Beppe, il Di Sarno, il Principe di Santa Margherita, il fido Mirco, mio fratello e naturalmente la mia Signora! Qualche amico lo conobbi anche nel locale, in particolare Thomas e la sua compagna Ilaria (chissà quando potremo rivederci da Re Carciofo?).




In un'occasione io e l'amica Sara arrivammo a presentarci travestiti da Baseball Furies e da Cappuccetto Rosso in quanto provenivamo da un carnevale estivo...

Contrariamente a quanto pensassimo fummo accolti all'ingresso con entusiasmo e riscuotemmo un gran successo durante l'intera serata! Facemmo un numero imprecisato di foto (chissà dove sono finite...) fungendo da "animazione"! Ma che sudata ballare vestito da baseball!!

In quell'occasione l'animazione la facemmo noi ma altre volte le serate furono allietate dall'animazione del locale, sempre di gran classe!

Ma nel frattempo la musica va avanti, i Datura in consolle sfoderano i più grandi successi degli anni '90 e '00 mentre la gente balla e, alle volte, vola in piscina...


Clicca QUI per un filmatino della pista che balla con "Animalaction" di Paraje

Brano dopo brano, emozione dopo emozione, iniziano a spuntare le prime luci dell'alba sul mare, la pista poco alla volta si svuota e sulle note di "Destinazione Paradiso" di Gianluca Grignani anche gli ultimi avventori risalgono la scalinata verso il mondo reale...

Dopodiché il silenzio, rotto solo dalle macchine in partenza e dal rumore del mare in sottofondo. A questo punto cosa c'è di meglio di un bel tuffo rinfrescante nel mare limpido dell'alba? E quindi via, sulle spiaggie di Alassio o di Andora a godersi quella pace e quel refrigerio! E anche se non si ha il costume da bagno vabbè... il popolo della notte non si formalizza se qualcuno si tuffa in mutande!

  

L'ultimo atto, la colazione al bar ad Andora e poi si torna a casa. La notte è finita e già si pensa alla prossima...

Ma poi arrivava l'ultima serata dell'estate, in quell'occasione mi prendeva una gran malinconia perché dovevo congedarmi da quella magia e da quelle persone senza sapere se sarebbero tornate.
Dopodiché veniva il mare d'inverno così come cantava Loredana Bertè...

 

Della Suerte conserverò sempre un ottimo ricordo grazie alle stupende persone che vi ho incontrato, persone di cuore e di grande professionalità, dalle cassiere, alle driver, ai buttafuori, a Sharon la mia barista di fiducia (che Rum Cooler ragazzi!)...

 ...a Sumo, Luis, Thomas e Ilaria, naturalmente i Datura che di anno in anno sono passati dall'essere DJ mitologici ad amici e con i quali abbiamo trascorso momenti indimenticabili (parlo ad esempio di sedili... eiettabili!).

Un ringraziamento chiaramente va anche al Sig. Pisella, patron del locale senza il quale tutto questo non sarebbe esistito...

 

 

29.03.2020

QUELLA VOLTA CHE INCONTRAI REXANTHONY

Approfittando di questi giorni di clausura rimetto mano a questo blog per raccontarvi di quando ebbi l'opportunità di incontrare Rexanthony. Per chi non lo conoscesse, Rexanthony è stato un enfant prodige della musica techno, infatti già nei primi anni '90 componeva brani devastanti grazie al suo talento con tastiere e sintetizzatori tanto da suonare nel 1992 al Cocoricò appena quindicenne. Io ed i miei amici conoscemmo la sua musica durante le superiori quando un assistente di laboratorio ci regalò il CD "Techno Shock 6" (in realtà fu uno scambio con una musicassetta di Francesco Zappalà) e rimanemmo folgorati dalla durezza e dall'originalità dei suoi brani alcuni dei quali raggiungono i 215 bpm!

Ma veniamo al racconto... correva l'anno 2015, ancora si era liberi di uscire di casa e, ad esempio, saltare su un treno da Ventimiglia a Imola per raggiungere la discoteca Cap Creus dove era in programma l'evento Techno of History con una line up impressionante!

Ero partito da casa già con un fortissimo entusiasmo, avrei incontrato il mio amico Stefano dei Datura il quale avrebbe proposto un set techno remember sicuramente di potenza inaudita e poi ci sarebbe stato Rexanthony, che non avevo mai visto dal vivo e che mi incuriosiva tantissimo! In pratica sarebbe stato una serata... da piramide dei tempi che furono!

Giunsi al locale molto presto, faceva freddo ma la gente che attendeva si stava già caricando nel posteggio ballando con la musica sparata dagli stereo delle automobili, abitudini che pensavo ormai estinte e che mi gasarono ancora di più!

Entrai nel locale fra i primi, la sala principale era ancora vuota e, nell'ombra dietro la consolle, vidi Stefano dei Datura che chiacchierava con un'altra persona. Appena mi vide mi venne incontro con grande sorpresa, infatti non l'avevo avvisato che sarei comparso! Fu un momento che ricordo con gioia! Dopo i saluti mi invitò a salire dietro la consolle dove mi presentò alla persona con cui stava chiacchierando... era Rexanthony! Così, d'un tratto, mi trovai al cospetto di un altro mito musicale! Come immaginavo, e come consueto per i geni, mi ha colpito la sua forte personalità e superiorità. Attenzione, non lo dico con disprezzo, ritengo che personaggi di un certo calibro come lui se lo possano permettere. Nonostante questo fu estremamente gentile e chiacchierammo un po', infine facemmo anche una bella foto e mi autografò persino il miniposter contenuto nello storico Techno Shock 6!

Eccomi in compagnia di due leggende: Datura e Rexanthony!

Nel frattempo la sala si stava riempiendo, dopo il warm up saliva in consolle Stefano dei Datura cominciando il suo set, le note di "a tratti" dei CSI (nel remix dei Datura) attirano in sala i guerrieri della techno. La sala è ormai gremita e Stefano sfodera bombe a raffica, ho il cuore a 150 bpm nel petto ascoltando "Infinity" e lo stupore mi pervade quando Stefano estrae dal cilindro un'inedita versione hardstyle di "Angeli Domini"! L'entusiasmo in sala sale vertiginosamente sulle note del medley fra "Kernkraft400" e "Yerba del Diablo" (noto come "Zombie del Diablo"), ho quasi le lacrime con "Somewere over the rainbow" di Marusha!

Verso le due di notte la sala è carichissima e Rexanthony si appresta al suo set, lascio alle sue parole la descrizione di quel momento di grande emozione:

Il set di Rexanthony è qualcosa di totalmente particolare, parte suonando "Polaris Dream" a cappella solo con la tastiera, strumento che utilizzerà per tutto lo show assieme ad altre apparecchiature tecnologiche. Il suo suono è totalmente sopra le righe, qualcosa di devastante tanto da mandare in distorsione l'impianto del locale! Un mitragliamento di bpm indescrivibile che sconvolge la sala per i successivi 45 minuti!

Su Youtube ho trovato un filmato dell'inizio del set, quando era ancora tranquillo!
>>LINK<<

Dopo la botta micidiale di Rexanthony mi godo i set di Panda e Ricci Jr, ma ormai è l'alba ed è l'ora di tornare in stazione per prendere il treno che mi riporterà a casa.

Concludendo, la serata è stata totalmente entusiasmante dall'inizio alla fine, con la performance per me inedita di Rexanthony che non ha affatto deluso le aspettative ma anzi le ha superate!